4ELCO_BANNER_BERATUNG_Heizungssanierung2_it.jpg
shadow

Molte sono le questioni da chiarire

Quando un riscaldamento deve essere risanato, o si desidera procedere al suo ammodernamento perché non più conforme alle proprie esigenze, le domande in sospeso sono molte. Occorre infatti confrontare i vantaggi e gli svantaggi dei diversi vettori energetici e trovare un rapporto ottimale tra comfort ed economicità. Vanno inoltre stabilite delle priorità in modo da ottenere il maggior risparmio possibile in termini di costo e di energia. Al riguardo si deve considerare anche lo stato energetico dell'edificio, nonché l'ulteriore fabbisogno di risanamento, della cisterna o del camino.¬
valuesIT
valuesIT_hover
Enter the name for this tabbed section: Motivi |
Invecchiamento dell’impianto
Oltre al desiderio di un maggiore comfort in termini di riscaldamento e acqua calda e di un minore consumo di energia, il motivo più importante per risanare un gene ratore di calore è il suo invecchiamento. La durata media di esercizio di un riscaldamento va dai 12 ai 20 anni a seconda delle sollecitazioni e della qualità.

Altre esigenze di risanamento
Anche i componenti periferici, come la cisterna, il camino, i circolatori, i radiatori e i termostati possono essere motivo di risanamento, perché necessitano di sostituzione o non sono più conformi ai requisiti di legge. Le nuove pompe di circolazione ad alta efficienza, ad esempio, consumano solo una frazione dell’elettricità richiesta dai vecchi modelli.

Risanamento senza fretta
Se il riscaldamento ha un guasto totale da un giorno all’altro è necessario intervenire in fretta e non resta in pratica il tempo per valutare le diverse soluzioni di risanamento. Meglio iniziare a occuparsene il prima possibile e scegliere con calma il sistema che meglio soddisfa le esigenze.
Enter the name for this tabbed section: Corretta assegnazione delle priorità |
Risanamento totale o a tappe
Quando si risana un riscaldamento e si dimensiona il nuovo apparecchio è ovvio considerare anche lo stato energetico dell’edificio e le rispettive misure di ammodernamento o ampliamento. Se non è previsto un risanamento totale dell’edificio e degli impianti tecnici in un’unica fase, gli interventi possono essere suddivisi in varie tappe nel quadro di una strategia di ammodernamento individuale che tiene conto del budget e degli aspetti fiscali. La priorità va data ai provvedimenti volti a eliminare o prevenire danni all’edificio e all’infrastruttura.

Nuova flessibilità
In seguito andrebbero tuttavia risanate nell’ordine le parti che generano il maggiore risparmio in termini di costo e di energia. Al primo posto figura il risanamento del riscaldamento, perché nell’insieme, per ogni franco investito, presenta il più alto ritorno economico sotto forma di minori spese di riscaldamento e ridotto consumo energetico. Con i moderni sistemi di riscaldamento è possibile adattare facilmente la potenza in caso di mutate condizioni di fab bisogno di calore, senza perdite a livello di efficienza. La prassi comune di risanare prima l’edificio e poi il ri scaldamento può dunque essere gestita con una maggiore flessibilità.

Riscaldamento ambiente e produzione di acqua calda
Nei vecchi edifici il riscaldamento degli ambienti richiede molta più energia di quella necessaria per la produzione dell’acqua calda. Nelle costruzioni più recenti la situazione è diversa, ecco perché questa proporzione è destinata a cambiare. Mentre la quota del riscaldamento ambiente diminuisce in seguito al migliorato isolamento dell’involucro e alle tecniche di riscaldamento meno dispendiose, quella della produzione di acqua calda tende ad aumentare a causa dei nuovi comportamenti degli utenti. La parola chiave è wellness. Per gli impianti solari, in grado di coprire fino al 70% del fabbisogno energetico necessario alla produzione di acqua calda, si aprono così nuove prospettive.
Enter the name for this tabbed section: Criteri per la scelta del vettore energetico |
Per la scelta del vettore energetico non esiste una formula universale, in quanto ognuno di essi presenta determinati vantaggi e svantaggi. L’opportunità di passare a un altro vettore energetico deve essere valutata in funzione della situazione specifica, tenendo conto anche dello stato energetico dell’edificio e delle previste misure di ammodernamento.
Enter the name for this tabbed section: economicità
Ottimizzazione in primo piano
Gli obiettivi prioritari di un risanamento sono un maggiore comfort in termini di riscaldamento e acqua calda e una migliore economicità. Più dettagli
Diversi andamenti dei costi
Per le riflessioni di tipo economico è opportuno considerare separatamente le spese di investimento e l’ammortamento da un lato e le spese di esercizio o l’onere annuo imputabile al riscaldamento dall’altro. Più dettagli
Spese di esercizio stabili e contenute
Data l’impossibilità di formulare previsioni attendibili sull’evoluzione dei prezzi dell’energia, le considerazioni economiche sono legate in una certa misura a fattori imponderabili. Più dettagli
Soluzioni di riscaldamento economiche
Spese di investimento ridotte o spese di esercizio stabili e contenute o una combinazione di entrambe: ELCO ha la soluzione di riscaldamento economica per qualsiasi obiettivo auspicato. Più dettagli
SERVIZIO
0848 808 808
Vendita
0844 44 33 23
DE | FR | IT